Indietro

Sandro Veronesi vince il Premio Strega 2020

3 luglio 2020

Con Il colibrì, pubblicato da La nave di Teseo!

«Il colibrì di Sandro Veronesi vola verso il Premio Strega», avevamo scritto nell’articolo in cui annunciavamo i finalisti del prestigioso riconoscimento, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con BPER Banca. Ieri, o forse dovremmo dire oggi, visto che la proclamazione è avvenuta nella notte tra il 2 e il 3 luglio, quel “colibrì” è finalmente arrivato a destinazione.

Dopo lo spoglio dell’ultima votazione, Sandro Veronesi, con il romanzo Il Colibrì (La nave di Teseo, ve ne abbiamo parlato qui e qui) è stato proclamato vincitore della LXXIV edizione del Premio Strega. E per la seconda volta!  Aveva infatti già vinto il prestigioso riconoscimento nel 2006 con Caos Calmo

«Meno di cinque anni fa un gruppo di editori, autori, amici ha deciso di fondare una nuova casa editrice» ha commentato Elisabetta Sgarbi, direttrice generale ed editoriale di La nave di Teseo. «Eco la battezzò La nave di Teseo. Tra noi c’era Sandro Veronesi che questa notte è entrato nella storia vincendo per la seconda volta Il Premio Strega con Il colibrì».

Dunque, congratulazioni a Sandro Veronesi e a La nave di Teseo per questa vittoria! Noi di PDE, che collaboriamo con la casa editrice fin dalla sua nascita nel 2015, ne siamo particolarmente fieri.

La serata di premiazione

Lo scrutinio dei voti è avvenuto, come di consueto, sulla balconata del Ninfeo di Villa Giulia a Roma. Tuttavia, per rispettare le attuali prescrizioni governative in materia di distanziamento fisico, la serata finale non si è potuta svolgere alla presenza del pubblico consueto, composto dallampia giuria del premio e dagli altrettanto numerosi addetti ai lavori che ogni anno intervengono a Villa Giulia.

Le interviste televisive agli autori hanno avuto luogo sotto la cosiddetta Loggia dellAmmannati e la serata è stata trasmessa in diretta su Rai Tre, con la conduzione di Giorgio Zanchini e la presenza di Corrado Augias come ospite speciale. Antonio Scurati, vincitore del Premio Strega 2019, ha presieduto il seggio di voto.

Ripartire dai libri

«La serata finale di questa edizione dello Strega, ma innanzi tutto il lavoro svolto in questi mesi dagli autori – e non mi riferisco solo ai finalisti, ma a tutti i partecipanti allo Strega di quest’anno, che generosamente si sono resi disponibili a tanti incontri online con i votanti e con gli studenti e che stasera desidero ringraziare – hanno dimostrato quanto in questo momento siano importanti gli spunti di riflessione e le emozioni offerte dai libri, per afferrare il significato profondo del passaggio che stiamo attraversando e per recuperare i valori da cui ripartire e su cui costruire una comunità più coesa», ha dichiarato Giovanni Solimine, presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci.

«Siamo molto orgogliosi delledizione di questanno del Premio Strega sottolinea a questo proposito Giuseppe DAvino, presidente di Strega Alberti. Solo fino a qualche settimana fa non speravamo di poter allestire la finale al Museo Etrusco di Villa Giulia, e invece, anche se in forma ridotta e con tutte le precauzioni del caso, siamo riusciti a farlo. In qualche modo la situazione ricorda le primissime edizioni del premio: oggi come allora, dopo un periodo difficilissimo, un segnale di riscatto che viene dalla cultura e dalle imprese».

I voti della giuria

Il totale delle preferenze espresse dai giurati, pari a 605 (con una percentuale di voto del 91,6%), ha portato alla vittoria il romanzo di Sandro Veronesi, Il colibrì, con 200 voti.

Seguono: Gianrico Carofiglio, La misura del tempo (Einaudi) con 132 voti; Valeria Parrella, Almarina (Einaudi) con 86 voti; Gian Arturo Ferrari, Ragazzo italiano (Feltrinelli) con 70 voti; Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza (Mondadori)con 67 voti; Jonathan Bazzi, Febbre (Fandango Libri) con 50 voti.

Questo risultato comprende i voti dei 400 Amici della domenica, di 200 votanti allestero selezionati da 20 Istituti italiani di cultura, 40 lettori forti selezionati da 20 librerie indipendenti e 20 voti collettivi di biblioteche, università e circoli di lettura (15 i circoli coordinati dalle Biblioteche di Roma), per un totale di 660 aventi diritto.

Il tour di Sandro Veronesi

Sandro Veronesi farà tappa in diverse località italiane particolarmente attive sul territorio nella promozione della lettura e che collaborano da anni con il Premio.

Sarà ospite a: Il libro possibile, Polignano (9 luglio), Festival Armonia del Salento, Alessano (dal 10 al 12 luglio, un weekend dedicato ai dodici candidati del Premio); Come il vento nel mare, Cori (13 luglio); Festival Letteratura, Salerno (18 luglio); Una montagna di libri, Cortina dAmpezzo (6/7 agosto), Benevento Città Spettacolo, dal 24 al 30 agosto, che martedì 25 ospiterà anche il vincitore del Premio Strega Giovani Daniele Mencarelli; La città dei lettori, Firenze (28 agosto, una giornata dedicata al Premio Strega, Premio Strega Giovani e Premio Strega Ragazze e Ragazzi); UlisseFest, Rimini (29 agosto).