Indietro

Natale con PDE Book Club: i nostri consigli di saggistica

18 dicembre 2020

Una selezione di saggi e libri di non-fiction per ispirarvi nella scelta dei vostri regali di Natale

Tutta la storia, la scienza, il pensiero, l’arte e le esperienze affidate a un oceano di parole e inchiostro. Attraverso i saggi, forma letteraria critica per eccellenza, capiamo ciò che ci circonda, impariamo, coltiviamo le nostre passioni più profonde e miglioriamo noi stessi. Ecco perché un libro di non-fiction ci sembra un perfetto regalo di Natale per amici e parenti. 

Sfatando il mito che i saggi non possano essere coinvolgenti e appassionanti come i romanzi, vi proponiamo una selezione di libri per tutti i gusti. Naturalmente, trovate tanti altri consigli nella nostra rivista. Vi basta richiedere gratuitamente la versione cartacea di PDE Book Club in libreria o scaricarla in formato digitale qui.

Meraviglie della fisica

Carlo Rovelli, Helgoland, Adelphi

In questo libro non solo si ricostruisce, con formidabile limpidezza, l’avventurosa e controversa crescita della teoria dei quanti, rendendo evidenti, anche per chi la ignora, i suoi passaggi cruciali, ma la si inserisce in una nuova visione, dove a un mondo fatto di sostanze si sostituisce un mondo fatto di relazioni, che si rispondono tra loro in un inesauribile gioco di specchi. Visione che induce a esplorare, in una prospettiva ancora una volta stupefacente, questioni fondamentali ancora irrisolte, dalla costituzione della natura a quella di noi stessi, che della natura siamo parte. 

Anthony Aguirre, Zen e multiversi, Raffaello Cortina Editore

Attraverso un insieme di koan, stimolanti paradossi dell’antica tradizione zen, Anthony Aguirre accompagna il lettore in un viaggio immaginario da Occidente a Oriente, esplorando idee che abbracciano le domande fondamentali della scienza. Con uno stile chiaro e illuminante l’autore si serve dei koan per illustrare gli enigmi cosmici affrontati da giganti della scienza come Aristotele, Galileo o Heisenberg: dal significato della fisica quantistica alla natura del tempo, fino all’origine degli universi multipli.

Roberto Paura, La fisica del tempo perduto, Cento Autori

Il tempo non rappresenta solo uno dei grandi problemi aperti della fisica contemporanea, ma una possibile chiave per la comprensione della natura stessa della realtà. Oggi le più grandi menti della scienza sono impegnate a risolvere il problema del tempo, attraverso le teorie della cosmologia quantistica. Questo libro è un viaggio alle frontiere di questa ricerca sulla natura del tempo in compagnia di Marcel Proust, Albert Einstein, Henri Bergson, John Wheeler, Carlo Rovelli, Newton e Leibniz, alla ricerca del tempo perduto. 

Storia, culture, civiltà

Marisa Ranieri Panetta, Le donne che fecero l’impero, Salerno

Le protagoniste al centro del potere sono le donne che hanno affiancato coniugi e figli sul trono, influenzando scelte politiche, innovazioni sociali e culturali, a volte oggetto di critica da parte degli antichi storici. Interpreti di ruoli pubblici e pedine indispensabili per la propaganda e la successione, hanno vissuto esistenze attraversate da complotti, guerre, gloria e tragedie familiari. Gli uomini di cui condivisero il destino furono i detentori del massimo potere fino all’avvento dell’anarchia militare: da Giulio Cesare e Augusto ad Alessandro Severo.

Antonella Romano, Impressioni di Cina. Saperi europei e inglobamento del mondo (secoli XVI-XVII), Viella

Nella seconda metà del XVI secolo, portoghesi e spagnoli arrivarono per mare, da est e da ovest, alle estremità dell’Asia. Gli europei avviarono un «inglobamento» del mondo che passò anche attraverso la (ri)scoperta dell’Estremo Oriente. La Cina, come anche il Giappone, entrarono nell’immaginario e nei saperi occidentali. Quali furono le conseguenze sulle scienze e le culture europee? A questa e altre domande risponde la ricerca di Antonella Romano, uno studio metodologicamente originale su interazioni complesse e spesso asimmetriche tra culture reciprocamente nuove. 

David Graeber, Frammenti di antropologia anarchica, Elèuthera

Se l’antropologia consiste nel fare dell’Altro ciò che rende intelligibili non solo le diverse culture ma la stessa condizione umana, allora David Graeber è un antropologo a tutto tondo. Perché non solo riesce a realizzare questo obiettivo, ma lo raddoppia grazie a uno sguardo critico – più che mai necessario – che parte dai mondi degli altri per capire e spiegare il nostro. In questo agile saggio Graeber ci mostra come l’antropologia culturale, nonostante le sue origini legate alla colonizzazione, costituisca oggi un sapere fondamentale per riflettere sullo Stato e sul Mercato nel momento della loro crisi.

Sopravvivere all’Antropocene

Jane Fonda, Salviamo il nostro futuro, Aboca

Nel 2019, frustrata dall’immobilità dei politici e ispirata da Greta Thunberg e Naomi Klein, Jane Fonda  – attivista da sempre – ha scelto di mettersi in prima linea per protestare contro le politiche ambientali.Sono nati così i Fire Drill Fridays. Questa esperienza è diventata un libro, Salviamo il nostro futuro!: testimonianza di una donna che si è sempre battuta per l’ambiente ma soprattutto call to action che raccoglie suggerimenti su cosa ognuno possa fare, nel concreto, per contrastare l’emergenza climatica. Ne abbiamo parlato qui

Elena Ioli, Antartide, come cambia il clima, Edizioni Dedalo

Una missione in Antartide, una spedizione internazionale di scienziate per promuovere la leadership al femminile nel mondo tecnico-scientifico, studiare il clima e salvare il nostro pianeta: questo e molto altro in un libro che fa il punto sull’emergenza climatica e racconta una storia incredibile. Un testo diviso in due parti. La prima tratteggia alcuni momenti della missione antartica dell’autrice, in una sorta di diario di bordo. La seconda definisce concetti quali effetto serra, Antropocene, riscaldamento globale, e fornisce  qualche prospettiva di futuro. 

Jeffrey D. Sachs, Terra, popoli, macchine, Luiss

Jeffrey Sachs traccia una storia delle interconnessioni umane, dal principio fino ai giorni nostri, allo scopo di fare chiarezza sul ruolo della globalizzazione nel modellare il mondo in cui viviamo. Attraverso l’analisi di questi momenti fondamentali nella storia dell’umanità, Sachs ricava dei modelli in grado di farci comprendere i cambiamenti in atto nel nostro tempo, in un libro che potrebbe rappresentare per l’economia e le scienze socio-politiche quello che Armi, acciaio e malattie di Jared Diamond è stato per l’antropologia. Ne abbiamo parlato qui

Musei di carta

François Boespflug – Emanuela Fogliadini, ll Natale nell’arte, Jaca Book

Un approccio inedito al tema della Natività e alle diverse letture che l’arte ne ha dato nei secoli. Da Giotto alle vetrate di Chartres, passando per Filippo Lippi e Georges De La Tour, fino ad Arcabas. Questo libro presenta una selezione di cinquanta opere d’arte. La più antica Natività risale al IV secolo e la più recente è del 2018. Ognuna è riprodotta a piena pagina, arricchita da un commento descrittivo, che ne evidenzia il contesto storico e le fonti letterarie, teologiche e artistiche di ispirazione e interpretazione. 

John Ruskin, Viaggi in italia, Passigli

Ultimo dei grandi viaggiatori inglesi a compiere nella prima metà dell’Ottocento il Grand Tour del Bel Paese, John Ruskin ha scritto alcune delle pagine che meglio illustrano le bellezze dell’Italia e dei suoi tesori d’arte, lo stato delle sue città e le condizioni di vita della sua gente. Questo libro è dedicato ai primi due viaggi di Ruskin nel 1840 e nel 1845, quelli maggiormente formativi della sua sensibilità artistica. Attraverso i suoi appunti di viaggio, le lettere al padre e i meravigliosi schizzi e acquerelli, viene illustrata un’Italia alla vigilia del suo Risorgimento, ma anche alla vigilia del suo profondo cambiamento.

AA.VV., Divine Avanguardie, Skira

Il racconto dell’evoluzione culturale e sociale delle donne in Russia attraverso cento capolavori dal XIV al XX secolo: da un lato la raffigurazione delle donne nell’arte russa; dall’altro un’ampia e prevalente sezione dedicata alle donne artiste in Russia, protagoniste di un’atmosfera culturale, storica e sociale straordinaria. Tra queste, Natalia Goncharova, Zinaida Serebrjakova, Ljubov Popova, Olga Rozanova. Il volume, catalogo della mostra realizzata a Palazzo Reale di Milano in collaborazione con il Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, raccoglie i testi critici di Evgenija Petrova, Gioia Mari e Stefano Zuffi. 

Paolo Ventura, Photographs and Drawings, Silvana Editoriale

La prima monografia dedicata all’opera di Paolo Ventura, che si è affermato nel panorama della fotografia artistica, offrendo un’interpretazione singolare e assolutamente originale della staged photography, una forma d’arte in cui la fotografia è il prodotto finale di un processo creativo che prevede la preparazione di scenari. In queste ambientazioni tridimensionali Ventura ricrea e poi fissa uno spazio mentale che rimanda all’atmosfera propria del “realismo magico” e al sapore fiabesco dell’infanzia. 

La settima arte

Aldo Tassone, Fellini 23 1/2. Tutti i film, Cineteca Bologna

Nell’anno del centenario della nascita di Federico Fellini, la Cineteca di Bologna pubblica il libro definitivo sul grande autore. Un magistrale racconto del critico e storico del cinema Aldo Tassone, che non solo conosceva personalmente Fellini, ma dal 1969, anno di Satyricon, fu ammesso come ospite fisso su tutti i suoi set. In quasi novecento pagine Tassone ricostruisce l’intera carriera artistica del regista. Così, ripercorre, con passione e cura minuziosa per i particolari la storia di ognuno dei ventitré film e mezzo: corti e lungometraggi, da Luci del varietà a La voce della luna (1990). Inoltre, riserva un’attenzione inedita ai progetti irrealizzati, Il viaggio di G. Mastorna e Viaggio a Tulum. Un testo imprescindibile per qualunque cinefilo.

Vito Zagarrio, Francis Ford Coppola. Un sogno lungo il cinema, Rubbettino

Il critico e storico del cinema Vito Zagarrio analizza l’intera opera di Francis Ford Coppola, autore di capolavori del cinema americano quali Il padrino, La conversazione, Apocalypse Now, che ha contribuito in maniera determinante alla nascita della New Hollywood. Il volume racconta i film di questo grande regista che ha oscillato tra film “commerciali” (a volte su committenza degli Studios) e film personali, affrontando ossessioni tematiche e stilistiche e mettendolo a confronto con altri grandi registi come Capra, Bertolucci, Syberberg, Kurosawa e Kubrick.

Bong Joon-ho, Parasite, La nave di Teseo

Non proprio un saggio, ma come sapete ci piace rompere gli schemi. Questo volume racchiude, infatti, il minuzioso storyboard realizzato da Bong Joon-ho per il suo Parasite, vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes e di quattro Premi Oscar nel 2019, tra cui quello per il Miglior Film. Il volume fonde le illustrazioni con la sceneggiatura originale, acquistando quasi la forma di un graphic novel e vi porta dietro le quinte di uno dei film più acclamati degli ultimi anni. Proprio per questo abbiamo voluto inserirlo qui, perché consente di osservare e riflettere su uno dei momenti più importanti, ma spesso invisibili, del processo creativo di un’opera cinematografica. 

Paolo Mereghetti, Il Mereghetti. Dizionario dei film 2021, Baldini+Castoldi

Da quasi trent’anni, implacabile e inimitabile, sotto gli alberi di moltissimi appassionati di cinema arriva Il Mereghetti: Bibbia autorevole e umorale della cinefilia. Autorevole in quanto umorale. Sì, perché il Mereghetti, Paolo Mereghetti e la sua banda, oltre a raccontarci tutto di tutti i film, non sacrifica all’enciclopedismo la critica, il gusto e a volte, perché no, le idiosincrasie. E arrivati alla tredicesima edizione, quindi, eccole, anche quest’anno, attesissime, le quasi settemila pagine, con le loro 40.000 schede, i 60 percorsi tematici, le 30.000 voci. Ne abbiamo parlato qui

Vite d’artista

René de Ceccatty, Elsa Morante. Una vita per la letteratura, Neri Pozza

René de Ceccatty si avventura nella vita di Elsa Morante per descrivere il suo ambivalente rapporto con la madre e quello complicato con i due padri, i fratelli e la sorella. I suoi amori per uomini impossibili, le grandi amicizie e, sopra ogni cosa, l’amore smisurato per la letteratura. Elsa Morante. Una vita per la letteratura, recita il titolo di questo libro, traducendo perfettamente il suo contenuto: il racconto della vita di una grande scrittrice, in cui le speranze, gli inganni e le illusioni proprie di ogni esistenza si mutano, nella trasfigurazione letteraria, in una sorgente infinita di narrazione e fascinazione. 

Skin – Lucy O’Brien, It takes blood and guts, Solferino

It Takes Blood And Guts ripercorre con passione e onestà la storia di Skin, nata nella classe operaia di Brixton nel 1967 da genitori giamaicani. Racconta l’infanzia difficile, la formazione degli Skunk Anansie nei maleodoranti retrobottega dei pub londinesi degli anni ’90, il successo conquistato con il duro lavoro, le importanti battaglie politiche e sociali a sostegno dei diritti LGBTQ+. La vita vissuta da Skin è affidata a queste pagine e sembra proprio come la sua musica: politica e femminista. Ne abbiamo parlato qui.

Edmond G. Addeo – Richard M. Garvin, Leadbelly, Shake

La straordinaria, avventurosa e travagliata vita di Huddie Leadbetter, in arte Leadbelly, mito del Blues e “re della chitarra a 12 corde”, è raccontata con passione travolgente da Addeo e Garvin. Una storia vera che sembra uscita da un romanzo. Conosciamo così, in queste pagine Leadbelly, «pancia di piombo», che scelse il suo nome d’arte ispirato da un proiettile mai estratto che lo aveva ferito. Il gigante dal temperamento irruento che riuscì a scampare per ben due volte al duro carcere razzista grazie alle sue grandi capacità musicali. Il musicista geniale che rivoluzionò il mondo della musica e rappresentò l’ispirazione per tantissimi artisti contemporanei, tra cui Led Zeppelin, Nirvana, Nick Cave, Tom Waits.

Con questo articolo, concludiamo la nostra serie dedicata ai regali di Natale e vi auguriamo Buone Feste!