Indietro

Scrivere Camminare Vivere

15 ottobre 2022
Scrivere Camminare Vivere

Antonio Moresco ospite di #PDESocialClub intervistato da Antonio Riccardi.

Giovedì 20 ottobre alle 18.00, #PDESocialClub ospita Antonio Moresco e il suo Il sogno del cammino, da poco uscito per Aboca Edizioni. A presentarlo, a interrogarlo, il suo editor e editore: Antonio Riccardi, direttore editoriale della casa editrice toscana.

Antonio Moresco, lo sappiamo tutti, è una delle voci più importanti della letteratura italiana di questi anni. E sappiamo anche che i suoi tanti romanzi sono forse quanto di più massimalista, intenso, “dantesco” propongano i banchi delle nostre / vostre librerie. Ma accanto alla militanza letteraria, Moresco affianca una vocazione civile che si esprime con azioni concrete. Ad esempio col camminare.

Lo ha fatto nel 2011 con Cammina cammina, andando a piedi da Milano a Scampia, Napoli, lo ha fatto nel 2012 con Stella d’Italia, più di mille persone che hanno percorso la penisola a piedi convergendo su L’Aquila per “ricucire il Paese”, lo ha fatto infine nel 2013 con Freccia d’Europa, da Mantova a Strasburgo, quasi 1200 chilometri nuovamente a piedi raccogliendo camminatori nel corso del cammino ed elaborando, passo dopo passo, un messaggio da consegnare al Parlamento Europeo.

Ma Antonio Moresco non è solo un camminatore civile e collettivo, nei suoi anni più oscuri ha percorso notte dopo notte la città, sprofondando nel buio e nella solitudine, cercando ristoro nel succedersi dei chilometri, negli scorci di una città deserta e notturna.

Queste due esperienze, potrebbero apparire “due modi opposti di camminare”, ma per Moresco non c’è opposizione l’uno, il camminatore collettivo è intimamente innervato dal camminatore solitario, e viceversa: «Come se, anche quando cammino con altri, permanesse dentro di me una presenza nucleare irriducibile, inviolabile, irraggiungibile, e mentre cammino da solo camminassero dentro di me e attraverso di me tutti gli individui della mia e della nostra stirpe e persino i popoli che si sono forgiati attraverso migrazioni, esodi, diaspore».

Per questo due sono i testi che compongono Il sogno del cammino: “Camminare da solo di notte” e “il nostro cammino”. Due testi opposti che opposti non sono e che muovono sul solco dei grandi camminatori, da Thoreau a Nietzsche, da Rimbaud a Kleist e diremmo anche da Eichendorff a Dino Campana.

L’appuntamento con Antonio Moresco e il suo è quindi giovedì 20 ottobre sulla pagina Facebook e il canale YouTube di PDE. Intanto quello stesso giovedì, ma alle 18.30, a Milano al Teatro Parenti, Antonio Moresco si confronterà, a partire da Il sogno del cammino, con un altro scrittore, Amitav Ghosh, del quale da Neri Pozza è appena uscito il romanzo storico La maledizione della noce moscata.

Antonio Moresco, “Il sogno del cammino”, Aboca Edizioni