Indietro

Dacia Maraini racconta Pier Paolo Pasolini

3 marzo 2022
Dacia Maraini racconta Pier Paolo Pasolini

Cento anni dalla nascita di Pasolini: li celebriamo con una diretta in streaming

L’anno pasoliniano entra decisamente nel vivo con una serie di uscite importanti sul fronte critico e storico. E quindi, volendo solo il meglio, giovedì 10 marzo alle 18.00, #PDESocialClub presenta il bellissimo Caro Pier Paolo (Neri Pozza), memoir/romanzo epistolare/saggio biografico affettuoso e critico in cui Dacia Maraini ripercorre in una serie di lettere postume a Pier Paolo Pasolini gli anni della loro amicizia e collaborazione. A dialogare con Maraini e ad accompagnarci nelle pieghe di questo libro intenso e travolgente, Roberto Cotroneo ed Eugenio Murrali.

In Caro Pier Paolo ci sono gli anni Sessanta delle grandi scoperte e i Settanta del ripiegamento, c’è l’amicizia, c’è ovviamente Alberto Moravia, e ci sono Ninetto Davoli e Maria Callas, i “ragazzi di vita” e Elsa Morante, la mamma e la devota cugina Graziella. E ci sono l’Africa visitata tante volte insieme in tanti viaggi dai quali nasceranno gli Appunti per una Orestiade africana, lo Yemen ancora magico e remoto, che stregherà il pubblico del Fiore delle Mille e una notte, ci sono le poesie, tante poesie, autentico grimaldello per penetrare nello straziato vitalismo di Pasolini e nelle sue pulsioni di morte e ci sono i saggi egli editoriali del Pasolini polemista, c’è la casa di Sabaudia comprata assieme e divisa in due appartamenti contigui, dove Dacia e Pier Paolo si chiudono a scrivere sceneggiature e c’è la Roma per niente monumentale delle trattorie e delle periferie.

Cliccate sul banner per il link all’evento

Centrale, si rivela l’Africa. Anno dopo anno il terzetto composto da Pier Paolo, Dacia e un Alberto sornione sempre sullo sfondo, percorrono le piste meno battute, dal Sudan al Kenia, dal Senegal al Mali, dalla Tanzania al Congo, alla scoperta di un continente non ancora turistizzato, questo succederà dopo, e non ancora travolto dai fondamentalismi e dalle guerre civili endemiche, e questo succederà ancora dopo. Un continente dove l’estrema miseria si accompagna a una vitalità travolgente, dove una sopravvivenza faticosa non cancella l’allegria e la voglia di accogliere e condividere.

Dacia Maraini si rivolge, con le sue lettere, direttamente a Pier Paolo, e così facendo ci porta al cuore di una relazione di amicizia, di un sodalizio letterario e intellettuale per il tramite di una scrittura attenta e affettuosa, quella che ci ricorda che grande scrittrice abbiamo di fronte. 

Caro Pier Paolo è un libro da leggere e conservare. E quello di giovedì 10 marzo sarà un incontro da seguire. Come sempre, saremo in diretta streaming sulla pagina Facebook di PDE, di Neri Pozza e delle tante librerie indipendenti di #PDESocialClub che condivideranno l’evento. L’incontro si potrà seguire anche sulla homepage del nostro sito e sul nostro canale YouTube.

Vi aspettiamo!