Indietro

A Jonathan Lethem il Raymond Chandler Award 2019

2 ottobre 2019

Il Noir In Festival 2019 assegnerà il Chandler Award a Jonathan Lethem. I suoi ultimi due romanzi sono pubblicati da La nave di Teseo

È ufficiale. La sera del 7 dicembre, nella sala delle feste di Villa Olmo a Como, il grande scrittore americano Jonathan Lethem ritirerà il trentaduesimo Raymond Chandler Award, premio alla carriera assegnato ogni anno dal Noir In Festivaldiretto da Giorgio Gosetti, Marina Fabbri e Gianni Canova.

Lethem si unirà così alla prestigiosa galleria di scrittori premiati con la copia in argento del famoso doblone Brusher, motore della terza avventura di Philip Marlowe (The High Window, del 1947, in italiano La finestra sul vuoto).

Guardare oltre le specializzazioni

«Con il premio assegnato a Jonathan Lethem» scrivono gli organizzatori del Noir In Festival 2019 «il Chandler Award conferma la sua capacità di guardare oltre gli steccati e le specializzazioni e di concepire quel che ancora a ragione chiamiamo genere come un magazzino di suggestioni, di tecniche, di utensili a disposizione della fantasia, della ricchezza, della profondità irriducibilmente individuali di ogni scrittore. E al servizio del piacere di noi lettori».

Newyorchese, classe 1964, Jonathan è primogenito del pittore d’avanguardia Richard Brown Lethem, protestante di origini scozzesi e inglesi, e dell’attivista americana Judith Frank Lethem, proveniente da una famiglia ebraica di origini tedesche, russe e polacche. Cresce, insieme ai suoi due fratelli Blake e Mara (che diventeranno, uno artista coinvolto nella scena hip hop, l’altra fotografa e scrittrice), in una comune a Gowanus, un quartiere abitato prevalentemente da afroamericani nella Brooklyn pre-gentrificata. 

Nella sua produzione letteraria, l’incredibile crocevia di suggestioni e stimoli culturali che ha caratterizzato tutta la sua vita emerge con forza. Perché di scrittori capaci di giocare con i generi e i registri, di affrontare tematiche diverse con profondità e ampio respiro, di inondare i lettori di cultura, senza mai rinunciare a intrattenerli, ce ne sono davvero pochi! 

Non uno scrittore di genere, ma “di generi”

Giocare con i generi, dicevamo. E infatti, Concerto per archi e canguro, il suo romanzo avantpop d’esordio, debitore di Philip K. Dick quanto di Raymond Chandler, presenta un’ambientazione di tipo fantascientifico unita a una trama hard boiled.

Da allora, Lethem è passato dalla fantascienza a romanzi quasi “melvilliani”, dai racconti alle le graphic novel, dalle commedie erotico musicali ai saggi e alle collaborazioni con testate come il New Yorker, Harper’s e il New York Times. Senza mai dimenticare, naturalmente, i thriller.

E benché sappiamo quanto sia difficile richiudere Jonathan Lethem all’interno di etichette, gli ultimi suoi romanzi pubblicati in Italia da La nave di Teseo rappresentano due grandi esempi di letteratura noir.

Anatomia di un giocatore d’azzardo (2016) affronta il tema del gioco per raccontare la psicologia di un uomo tormentato, in una sorta di indagine esistenziale. Invece, nel recentissimo Il detective selvaggio (2019, ve ne abbiamo parlato qui), Lethem torna all’hard boiled con la storia di una ragazza scomparsa e uno scalcinato detective privato, Charles Heist, che vive nella più degradata periferia di Los Angeles.

È di Jonathan Lethem anche Motherless Brooklyn, il romanzo noir del 1999 cui è ispirato l’attesissimo film che quest’anno aprirà la Festa del cinema di Roma, il 17 ottobre. Sarà Edward Norton (anche regista, produttore e sceneggiatore) a dare il volto e soprattutto la voce al protagonista Lionel Essrog, affetto dalla sindrome di Tourette, in una storia che affronta il tema della gentrificazione del quartiere in cui Lethem è nato e cresciuto, Brooklyn. Motherless Brooklyn – I segreti di una città (qui il trailer) uscirà al cinema giovedì 7 novembre, distribuito da Warner Bros Italia.

L’appuntamento è quindi con il Noir In Festival 2019, che quest’anno si terrà tra Como e Milano dal 6 al 12 dicembre 2019. Per tutte le informazioni e l’annuncio del programma completo, vi rimandiamo al sito ufficiale della manifestazione