Indietro

La Nuova Frontiera Junior, la casa editrice dei classici (illustrati)

21 giugno 2022
La Nuova Frontiera Junior, la casa editrice dei classici (illustrati)

Con Marta Corsi, editor della La Nuova Frontiera Junior, esploriamo la proposta editoriale del marchio dedicato ai più piccoli

Quella di La Nuova Frontiera per la letteratura per ragazzi non è una vocazione originaria. La casa editrice romana nasce infatti pensando ai lettori adulti e alla narrativa di lingua spagnola, ma l’incontro con i libri per ragazzi è stato talmente risolutivo che è nata una sigla a sé, conosciuta in particolare per la collana dei Classici Illustrati, serie di volumi estremamente curati sia dal punto di vista grafico che da quello dei testi, che si propongono di raccontare le storie classiche con un linguaggio comprensibile ai più piccoli, ma sempre rispettando le opere originali.

Di queste e altre pubblicazioni che vanno a formare una proposta editoriale ricca e dalla forte identità, ne abbiamo parlato con Marta Corsi, editor di La Nuova Frontiera Junior.

Com’è nata questa casa editrice dentro un’altra casa editrice?

I libri per bambini sono sempre stati una costante all’interno della casa editrice La Nuova Frontiera. In un certo senso, si può dire che i due cataloghi siano cresciuti parallelamente. Indubbiamente, nei primi anni abbiamo portato in Italia il meglio dei libri pop-up, una produzione soprattutto anglosassone, per cui non c’era una vera e propria identità del marchio Junior.

Con il passare del tempo, in seguito al forte incremento dovuto anche alla crescita del mercato dei libri per ragazzi in Italia, abbiamo dato maggiore attenzione alla costruzione dell’identità del catalogo Junior, fino a crearne proprio uno autonomo all’interno della casa editrice: La Nuova Frontiera Junior.

Questa identità si è diversificata in più generi, perché, in fondo, La Nuova Frontiera Junior propone titoli di narrativa, classici, illustrati, non fiction, però tutti i libri che pubblichiamo condividono due elementi costanti. Da una parte, ricerchiamo una certa qualità di scrittura, intesa non solo come scrittura narrativa, ma anche per immagini, dall’altra, invece, pensiamo alla potenza della storia raccontata.

Marta Corsi

Come avete proceduto nella costruzione dell’identità di La Nuova Frontiera Junior e qual è il ruolo della collana Classici Illustrati?

Per capire anche l’identità e il genere di proposte di una casa editrice, bisogna sempre guardare un po’ alla squadra che c’è dietro. In fondo qui abbiamo tutti una formazione classica e siamo appassionati anche di storie di mitologia. Cosa c’è di più potente dei miti?

C’è dunque una componente soggettiva anche nelle scelte, riflessa per esempio nella collana dei Classici Illustrati, fortemente voluta da Rodolfo Ribaldi, il fondatore di La Nuova Frontiera. Quella dei classici è nata sulla scia della Scala d’Oro, la storica collana per ragazzi di UTET, a partire da una forte idea di base: raccontare le grandi storie della mitologia. Tutta, non solo occidentale. Per esempio, il prossimo titolo che pubblicheremo nel secondo semestre tratterà della mitologia giapponese.

Dunque, i miti, le grandi epopee, le fiabe, in questo caso non raccontate, ma tradotte, con un target di riferimento dai sette ai dieci anni, con l’obiettivo di rendere accessibili ai ragazzi questi grandi testi. In definitiva c’è sempre una componente soggettiva, perché i libri che pubblichiamo non solo ci piacciono, ma ci devono anche appassionare.

Accanto ai classici, poi, abbiamo privilegiato la narrativa nordeuropea, in particolare gli autori olandesi. Costituiscono una colonna portante del nostro catalogo perché riteniamo che siano capaci di coniugare con un’ottima scrittura le tematiche affrontate, con una grande libertà e anche con leggerezza di tono, anche nei momenti più drammatici.

Il progetto della filosofia nasce invece da un’idea del filosofo Emiliano di Marco, che ci ha presentato un approccio nuovo nello spiegare la filosofia ai bambini, in un certo senso maieutico. In sostanza, si tratta di parlare dei principi della materia attraverso le storie. I primi titoli sono dedicati ai Dialoghi platonici, con storie presenti nel testo raccontate come una sorta di avventura con il giovane Platone e il vecchio Socrate.

Quindi la costruzione dell’identità della casa editrice e del catalogo avviene attraverso questi filoni che in primis appassionano noi, ma che riteniamo efficaci per i ragazzi, dai tre ai tredici anni. Peraltro, a partire dal secondo semestre del 2022, la nostra proposta di narrativa si aprirà anche a un pubblico più grande, young adult, andando a formare un ponte tra il catalogo junior e il catalogo di narrativa per adulti.