Indietro

Due premi per Minibombo al Bologna Children’s Book Fair 2021

8 giugno 2021
Due premi per Minibombo al Bologna Children’s Book Fair 2021

Due Menzioni Speciali per Ha visto la mia coda? di Alberto Lot e Tutto il contrario di Silvia Borando

Due premi ai due prodotti editoriali che rappresentano i due volti dell’editoria per l’infanzia, dove i libri di carta e altre forme di comunicazione convivono e si alimentano. Stiamo parlando delle menzioni speciali che Minibombo – casa editrice specializzata in albi illustrati e parte di una realtà creativa multimediale, lo studio TIWI – si è aggiudicata al Bologna Children’s Book Fair 2021.

Ha visto la mia coda? di Alberto Lot ha ricevuto la Menzione Speciale del BolognaRagazzi Award per la categoria Fiction (qui gli altri vincitori), mentre la Menzione Speciale del BolognaRagazzi CrossMediaAward è andata a Tutto il contrario di Silvia Borando e alla relativa app collegata al volume (qui gli altri vincitori).

Quest’anno Bologna Children’s Book Fair si appresta a sbarcare online dal 14 al 17 giugno, facendo di necessità virtù: nell’impossibilità di vivere la fiera dal vivo, per questa edizione si è scelto di cogliere le opportunità date dal mezzo digitale e coinvolgere un pubblico più ampio, senza tradire la sua forma tradizionale. E come ogni anno, la manifestazione vede protagonisti i grandi premi internazionali della fiera.

 

Ha visto la mia coda?

Ha visto la mia coda? di Alberto Lot si aggiudica quindi la menzione speciale del BolognaRagazzi Award, volto a mettere in luce l’eccellenza nel panorama dell’albo illustrato.

Il Signor Cane, distinto animale con la bombetta, è avvilito. Non trova la sua coda. Dove sarà, dove non sarà, la cerca ovunque. Fortunatamente, troverà sulla sua strada un garbato consigliere, il Signor Tartaruga. Tra i due nascerà un dialogo surreale:

«La sua coda è proprio dietro di lei.»
«Dietro di me? Mi sta prendendo in giro?»

La discussione tra i due cerimoniosi protagonisti si scalderà un po’, ma come spesso accade nei libri di Minibombo, la situazione si risolverà in un ribaltamento umoristico irresistibile. La morale? È necessario ampliare il nostro punto di vista.

Nella motivazione della giuria del BolognaRagazzi Award possiamo, infatti, leggere: «Progettare libri semplici, come è noto, è cosa difficile. Questa conversazione fra una tartaruga e un cane combina scelte lessicali accurate, buon vocabolario, ritmo, illustrazioni essenziali, con intelligenza, per un effetto di humour esilarante. La vicenda inoltre si presta a una lettura metaforica, e invita a riflettere sul fatto che per essere in grado di vedere noi stessi pienamente abbiamo bisogno dello sguardo degli altri».

Tutto il contrario

Perché accontentarsi di una sola versione dei fatti, quando le cose possono essere… tutto il contrario? Con il suo gioco di opposti, l’albo di Silvia Borando, premiato con la Menzione Speciale del BolognaRagazzi CrossMediaAward, riconoscimento riservato ai progetti editoriali che espandono il loro universo narrativo verso altri media, si presta particolarmente a un utilizzo interattivo. E infatti, Tutto il contrario è diventato anche un’app per mobile.

Anche in questo caso, tutto dipende dal punto di vista: il pulcino che incappa in un verme è fortunato. Il verme che incappa in un pulcino è sfortunato. Ma se il verme riuscisse a scappare? Chi sarebbe il fortunato e chi lo sfortunato?

Nell’app questo meccanismo si espande: abbiamo otto animali, ventiquattro coppie di opposti e più di cento diverse combinazioni, per cambiare aspetto e ragionare sui contrari: alto, basso, lungo, corto, triste, allegro…

«L’app di Minibombo dedicata agli opposti è un’affascinante estensione del libro, degna di nota per gli aspetti educativi» si legge nelle motivazioni della giuria del BolognaRagazzi CrossMediaAward. «L’app aggiunge interattività al carattere giocoso, colorato e divertente del libro. Si tratta di un perfetto esempio di come la narrazione di un libro e la sua espansione digitale dovrebbero integrarsi».

Non ci resta che fare le congratulazioni a Minibombo!