Indietro

Il cibo dei morti

Dimitri Bortnikov è una delle voci più talentuose della letteratura russa e francese contemporanea. Nato a Samara nel 1968, si trasferisce in Francia nel 1998, dove ben presto comincia a scrivere nella lingua d’adozione. Il suo primo romanzo, Le Syndrome de Fritz, vince il Russian Booker Prize e il National Best Seller Prize nel 2002.

La biografia di Bortnikov appare decisamente curiosa: prima di dedicarsi alla scrittura a tempo pieno, è stato badante, studente di medicina, poi soldato. E ancora, ha lavorato come cuoco su un battello fluviale sul Volga, bibliotecario scolastico, infermiere in un reparto di maternità e insegnante di danza in riformatorio

La sua movimentata storia personale riecheggia nell’ultimo romanzo, Il cibo dei morti, appena pubblicato da Tunué nella collana di narrativa per adulti.

Il romanzo racconta dapprima di un’infanzia felice in un contesto rurale ai confini della steppa. Ma l’età dell’innocenza è destinata a finire, nel momento in cui il protagonista viene trascinato in una serie di avventure picaresche, in un mondo fatto di ombre e luci, in cui i ricordi degli affetti perduti e le speranze di amori infranti aleggiano come fantasmi.

Il cibo dei morti, dunque, è il racconto in un viaggio: un viaggio reale del corpo o uno onirico della mente, sta a lettrici e lettori deciderlo. Non esistono risposte corrette, ma sicuramente si tratta di un cammino nella memoria di Bortnikov, filtrata dalla sua scrittura lirica, oscura e dalla sintassi frammentaria, che trasmette un senso di pericolo costante.

Uno stile straordinariamente reso nella traduzione di Daniele Petruccioli, esperto traduttore dal francese, portoghese, e inglese e  a sua volta, scrittore, entrato quest’anno nella dozzina del Premio Strega con La casa delle madri.

Il cibo dei morti di Dimitri Bortnikov è un fiume di memoria, una discesa negli inferi, un percorso tra le ombre. Si tratta di un romanzo impossibile da definire. Dunque, vi consigliamo, semplicemente farvi trascinare dalla corrente delle parole di Bortnikov.

Il cibo dei morti

Dimitri Bortnikov
TUNUE'
VAI AL LIBRO
Genere:
Narrativa moderna e contemporanea
Listino:
€ 17.50
Collana:
Romanzi
Data Uscita:
13/04/2021
Pagine:
144
Lingua:
Italiano
EAN:
9788867903337