Indietro

Il caso Léon Sardoski

Romain Slocombe

Chi ha detto che il protagonista di un romanzo debba essere “buono”, eroico, positivo? Diciamocelo, vivere una storia dalla parte di un protagonista cattivo e possibilmente sordido, empatizzare con lui nel momento stesso in cui lo si giudica un ripugnante rifiuto morale, è uno dei massimi piaceri che la narrativa riserva a un lettore.

Prendete ad esempio questo trascinante thriller appena pubblicato da Fazi: Il caso Léon Sadorski. L’autore è il francese Romain Slocombe, romanziere, illustratore, fumettista della storica banda dei Métal Hurlant e di lui wikipedia ci dice che la sua opera verte preferibilmente su Giappone, bondage e Seconda Guerra Mondiale. Come non incuriosirsi! E infatti, il Léon Sadorski del titolo, siamo a Parigi nel ’42, è un commissario di polizia anticomunista, antisemita, corrotto e collaborazionista, per il quale l’occupazione nazista è un paradiso in cui dar libero corso a tutte le bassezze di cui è capace.

Fino al giorno in cui a finire nelle grinfie della Gestapo e a essere spedito a Berlino incontro a un nerissimo destino non sarà proprio lui, l’avido e vigliacco collabò. L’infame Léon dovrà dare fondo a tutte le sue doti di astuzia per portare a casa la pelle. E noi, pagina dopo pagina di questo ferocissimo e documentatissimo noir, palpiteremo per uno con cui non vorremmo condividere neanche un posto sul tram.

Il caso Léon Sadorski

Romain Slocombe
Fazi
VAI AL LIBRO
Genere:
Thriller e gialli
Listino:
€ 18.00
Collana:
Darkside
Data Uscita:
13/11/2019
Pagine:
438
Lingua:
Italiano
EAN:
9788893253758