Indietro

Lezioni per invertire la rotta, anche in streaming

22 febbraio 2021

Arriva in libreria Una volta il futuro era migliore e noi ne parliamo a #PDESocialClub, insieme al prof. Sabino Cassese

Giurista di fama, docente universitario, ministro della Funzione pubblica durante il governo Ciampi e giudice della Corte costituzionale, editorialista del Corriere della Sera, autore di innumerevoli volumi. Sabino Cassese, ottantacinque anni, è sicuramente uno dei più autorevoli studiosi e commentatori dell’attualità italiana.

Nel corso della sua vita, ha osservato la realtà politica e sociale cambiare più volte, testimone dei periodi più bui nella nostra storia contemporanea, compreso il momento presente. 

Alle pagine di Una volta il futuro era migliore, appena uscito nella collana i Solferini – collana di Solferino che raccoglie saggi brevi scritti da grandi autori – ha affidato il racconto dei grandi cambiamenti del Paese, partendo da storie esemplari che illustrano le ombre, ma che ricordano anche come l’Italia sia stata capace di rinnovarsi e rinascere più volte. 

«Queste pagine cercano di illustrare aspetti positivi e negativi dell’attuale situazione, di fare qualche riflessione sul modo in cui si bilanciano, e di dare qualche consiglio su come affrontare un futuro incerto. Comincio con le luci, continuo con le ombre, finisco indicando alcuni motivi di speranza» scrive Sabino Cassese nell’introduzione del volume. 

Una volta il futuro era migliore è un pamphlet lucido e appassionato, che si sviluppa attraverso più piani del sapere, tra storia, politica, istituzioni ed economia. Una lezione sul declino nazionale e sul futuro possibile, con un occhio rivolto verso le esperienze del passato a farci da bussola e permetterci di tenere la giusta distanza per analizzare il momento presente.

Sarà lo stesso Sabino Cassese a parlarci di tutto questo, nel corso di un incontro in streaming che si terrà venerdì 26 febbraio alle ore 18.00, sulle pagine Facebook di Solferino Libri, PDE promozione e di tutte le librerie che aderiranno. La diretta sarà visibile anche dalla homepage del nostro sito e sul nostro canale YouTube. A dialogare con Cassese ci sarà Antonio Polito, vicedirettore del Corriere della Sera. 

LINK ALL’EVENTO

Una volta il futuro era migliore

Il volume, versione estesa e aggiornata di una lectio magistralis tenuta dal professore durante la seconda edizione di «The Young Hope: Rinascita Italia», alla Scuola dell’associazione Fino a Prova Contraria nel 2020, è rivolto a tutti, ma in particolare alle nuove generazioni, sulle cui spalle sono purtroppo stati addossati i futuri costi sociali e politici.

Accanto a molte contraddizioni, Cassese evidenzia innanzitutto i motivi di speranza: la qualità di vita e le condizioni materiali sono migliorate; il mondo è interconnesso, le comunicazioni sono più rapide e la tecnologia ci ha dato l’opportunità di ascoltare più voci; viviamo da settant’anni in democrazia e libertà.

Una volta riconosciute le luci, è tempo, tuttavia, di analizzare le ombre, vero cuore del libro del giurista. Perché, come ammette Cassese, l’italia è un paese più indietro rispetto ad altri e il livello di istruzione rimane basso, cosa che si riflette sulla competenza della classe dirigente. Di conseguenza, si assiste a un allontanamento dei cittadini dalla vita politica e una sfiducia generalizzata nelle istituzioni. La politica italiana sta, dunque, vivendo una vera e propria crisi.

Per Sabino Cassese, la chiave per risolvere questa crisi sta in un’inversione di rotta che metta al centro il tema dell’istruzione

L’istruzione è la chiave essenziale per uscire da questa crisi, ma occorre scegliere «un maestro che sappia trasmettere un sapere, ma anche un saggio, che trasmetta un senso, una direzione». Soprattutto, è necessario che la partecipazione alla vita della comunità sia generale, perché il futuro dipende anche da noi.