Indietro

Le grandi voci di Dedalo

21 luglio 2020

Luciano Canfora e Patrizia Caraveo inaugurano la nuova collana “Le grandi voci” di Dedalo

Grandi e autorevoli voci racchiuse in piccoli libri da viaggio che possono stare comodamente in tasca, perfetti per l’estate. È questa l’idea alla base della nuova collana di saggistica di Edizioni Dedalo chiamata, appunto, “Le grandi voci“.

Le voci sono quelle di illustri scienziati ed esponenti della cultura italiani, racchiuse in una serie di testi brevi e vivaci, che riproducono i tempi e lo stile di una lectio magistralis. I temi discussi sono quelli della grande ricerca contemporanea.

Infatti, molti di questi autori sono partiti da conferenze tenute in diverse occasioni, per poi espandere le loro riflessioni in queste trattazioni divulgative, agili da leggere ma consistenti.

I libri raccolti tra “Le grandi voci” sono infatti pensati per coloro che desiderano acquisire maggior consapevolezza sulle sfide ambientali e sociali che ci troviamo ad affrontare ogni giorno. Per conoscere, capire e poi agire di conseguenza.

A inaugurare la collana ci sono due dei massimi esperti nei loro rispettivi campi, lo storico Luciano Canfora e l’astrofisica Patrizia Caraveo. Scopriamo insieme i loro libri.

Luciano Canfora, Europa gigante incatenato

Luciano Canfora è sicuramente considerato uno dei più importanti storici e filologi italiani contemporanei. Noto soprattutto per l’approccio multidisciplinare, nella sua carriera di studioso si è occupato di storia e politica dall’età antica all’età contemporanea. In questo breve saggio analizza l’attuale situazione geopolitica.

Al centro della trattazione c’è l’Europa, attualmente alle prese con una forte crisi. Gli strumenti della storiografia e delle discipline socio-economiche possono aiutarci a conoscere il suo passato, il presente e a fare ipotesi sul suo futuro.

Secondo Canfora, infatti l’Europa – gigante incatenato a un potente alleato oltreoceano – può ancora salvarsi. Come? Smettendo di essere “atlantica”, nel senso fazioso del termine. Diventando veramente europea, mediterranea, continentale e padrona del proprio destino negli scenari mondiali.

Canfora analizza dunque i rapporti dell’UE con gli Stati Uniti e con la Russia e parla della nuova situazione derivata dall’uscita definitiva dell’Inghilterra. Tutto questo in un saggio snello e approfondito, che fornisce al lettore le informazioni principali per poter inquadrare la questione criticamente.

Patrizia Caraveo, Il cielo è di tutti

Il saggio di Patrizia Caraveo, Dirigente di Ricerca all’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), invita invece ad alzare lo sguardo verso il cielo. Un cielo inquinato, sia dalle emissioni di anidride carbonica, sia da veri e propri rifiuti, satelliti e detriti lasciati dalle missioni spaziali.

Esiste poi un tipo di inquinamento altrettanto dannoso di cui raramente teniamo conto, anch’esso prodotto delle società industrializzate. Si tratta dell‘inquinamento luminoso delle nostre città, che rende sempre più difficile osservare gli astri da quaggiù.

Cosa dire, poi, di tutte quelle “nuove costellazioni di satelliti” che ci consentono di usufruire dei servizi di connessione internet? In orbita ci sono circa novemila oggetti tra satelliti attivi e non funzionanti, capaci di riflettere la luce del Sole e impedire la corretta osservazione del cosmo.

Come preservare per le future generazioni l’integrità della volta celeste, definita dall’UNESCO patrimonio dell’umanità?

Il cielo è di tutti, ci dice il titolo del saggio in cui Caraveo espone con chiarezza il problema dell’inquinamento luminoso. La scienziata ci racconta come la comunità astronomica si stia organizzando per difendere il nostro cielo e ci spiega come, anche noi, abbiamo la possibilità di contribuire a quest’attività di preservazione.