Indietro

Un male necessario

Abir Mukherjee

Quanto c’era piaciuto L’uomo di Calcutta, thriller coloniale d’esordio dello scozzesissimo autore di evidenti origini indiane Abir Mukherjee? Tanto, davvero tanto, per quell’impasto di esotismo e british humour, per quella capacità di far convivere la compassata avventurosità di Somerset Maugham con uno sguardo critico e disincantato sugli anni di Vicereame. E poi, per il pubblico italiano, basta dire Calcutta e sunderbunds ed è subito Emilio Salgari (chissà se il nostro autore lo ha mai sentito nominare…). In Inghilterra, intanto, Mukherjee miete successi e scala le classifiche anche con Un male necessario (SEM), seconda puntata delle indagini di Sam Wyndham e del suo pard, il sergente Surrender-not Banerjee. Questa volta il morto è niente meno che un mahraja. Tra fanatici religiosi, nazionalisti sul piede di guerra, parenti inetti e gelosi, i due hanno solo l’imbarazzo della scelta. Tutto attorno, l’India in puro stile anni 20: hotel sontuosi, regge ancora più sfarzose, miseria e colori. Con un po’ di fantasia si può sentire il profumo delle spezie e dei frangipani. Adesso però vogliamo un Attenborough che ne tiri fuori un film.

Un male necessario

Abir Mukherjee
SEM
VAI AL LIBRO
Genere:
Thriller e gialli
Listino:
€ 17.00
Collana:
Impossibile recuperare il dato
Data Uscita:
25/09/2019
Pagine:
349
Lingua:
Italiano
EAN:
9788893902014