Indietro

Potenza e bellezza

Elido Fazi

La storia corre nelle pagine di Elido Fazi. Corre nelle pagine del suo Potenza e bellezza (Fazi Editore) al passo cadenzato delle armate di Napoleone, dalla sua prima comparsa in Italia, quando ancora il drappo blu bianco e rosso sa di rivoluzione e ghigliottina, di Liberté Egalité Fraternité, di morte ai tiranni e viva la plebe, fino al precipizio di Waterloo, alle aquile imperiali nel fango di un campo di battaglia belga, all’esilio nell’Isola più remota che si possa immaginare e alla morte a neanche cinquantadue anni. E correndo, la storia travolge e costringe a correre anche un altrimenti sonnacchioso pezzo d’Italia, il Piceno, ansa dello Stato della Chiesa, della cui esistenza la Storia sembrava essersi da tempo dimenticata. Vite tranquille, ritmi lenti, nessuna particolare ricchezza, nessuna angosciante miseria… fino a quando non si sono presentate le armate francesi, accompagnate e a volte di poco precedute dalle idee francesi: progresso e baionette, cannoni e proclami, ma anche saccheggi e tasse, e soprattutto guerra.

Ognuno reagirà come potrà, ma quasi tutti dovranno correre. Costantino, già un po’ più che un artigiano con la sua fonderia che produce vanghe e rastrelli, coltelli e fucili, diventerà capobrigante rendendo la vita impossibile ai presidi francesi e ai simpatizzanti locali, Monaldo cercherà in tutti i modi di preservare la sua vita di onesto, prudente, inettissimo maggiorente, chiudendosi nella bella casa di Recanati, foderata di libri. Ma la Storia andrà a snidare pure lui, procurandogli non pochi batticuori e facendolo correre al suono dei suoi tamburi. Costantino e Monaldo si conoscono, pur così diversi si stimano anche, e tutti e due chiameranno Giacomo i propri primogeniti.

Un Giacomo erediterà dal padre il ruolo di capopopolo, l’altro, di un po’ più giovane, si rivela fin dalla più tenera età un genio delle lettere e del pensiero, un piccolo erudito capace di incantare accademici e letterati: a lui toccherà, neanche diciassettenne, salutare la parentesi napoleonica della sua terra con una celebre Orazione per la Liberazione del Piceno in un’aula magna dell’ateneo di Macerata ribollente di barbe e marsine.

Insomma, Elido Fazi riesce in un gioco romanzesco complicato e ambizioso, far convivere il grande scenario prima rivoluzionario e poi imperiale, il racconto delle grandi battaglie e dei grandi intrighi diplomatici, e il piccolo mondo marchigiano, dove del primo arrivano le ultime increspature, per quanto dolorose: le scaramucce e le imboscate, le liberazioni e riconquiste di borghi e villaggi, gli intrighi delle piccole ambizioni e gli escamotage di chi si ritrova, manzoniano vaso di coccio tra vasi di ferro, a doversi barcamenare negli andirivieni di quelle stesse liberazioni e riconquiste.

Sul primo scenario fa muovere vividamente figure “ingombranti” come Napoleone e Talleyrand, Goethe e Metternich, qualche decina di regnanti da un capo all’altro dell’Europa, generali di tutti i tipi e una famiglia Bonaparte straordinariamente italica nei suoi appetiti, nelle sue gelosie, nelle sue beghe di cortile proiettate per un puro scherzo della storia a dimensioni continentali. Dall’altro ricostruisce un mondo intimo, un paesaggio dell’anima, un universo appartato fatto di boschi e montagne, coltivi e declivi su cui si muovono personaggi ritratti con l’affetto che si riserva agli affetti più familiari, si tratti del capopopolo Costantino, del buon Monaldo o del ragazzo Giacomo che ancora non è diventato “il Leopardi”, ma si tratti anche delle tante figure femminili che in questa storia forzatamente al maschile compaiono e lasciano intuire dimensioni e universi del tutto diversi, linee di continuità, parallele e sottostanti alla storia ufficiale, impastate con la stessa materia delle colline e dei filari tutto intorno.

Potenza e bellezza accompagnerà i lettori per anni. Ne siamo sicuri.

Potenza e bellezza. Cronache da Roma e da Parigi (1796-1819)

Elido Fazi
FAZI EDITORE
VAI AL LIBRO
Genere:
Narrativa moderna e contemporanea
Listino:
€ 20.00
Collana:
Le strade
Data Uscita:
14/01/2021
Pagine:
0
Lingua:
Italiano
EAN:
9788893255349