Indietro

Il silenzio dell’acciuga

Lorena Spampinato

Siamo in Sicilia, negli anni sessanta. Tresa è una ragazzina alle soglie dell’adolescenza chiamata da tutti “masculina”, acciuga, perché non è aggraziata né «adatta alle tavole dei ricchi». Suo padre, dopo averle imposto per tutta l’infanzia un’educazione rigidissima, nel tentativo di farla assomigliare il più possibile al fratello gemello Gero e nascondere la sua femminilità, è sparito lasciando i due figli da una zia.

E in questa nuova casa che sembra un museo vige una sola regola: non dire. Tresa, dunque, dovrà trovare se stessa in quel silenzio. Qui inizierà a scoprire il proprio corpo, a distinguere tra l’amore e la sopraffazione e a confrontarsi con la bambina che è stata e la donna che sta per diventare. Ma quel silenzio, quel non detto, vive di segreti e genera fraintendimenti, ambiguità e violenze.

È un libro di formazione toccante e allo stesso tempo durissimo, quello che inaugura il 2020 della casa editrice Nutrimenti. Si intitola Il silenzio dell’acciuga ed è scritto da Lorena Spampinato, scrittrice catanese al suo quarto romanzo. Con una lingua elegante e una scrittura schietta, Spampinato ci trasporta in una Sicilia patriarcale in cui essere femmina, diventare donna, significava dover lottare per ottenere la libertà di essere, semplicemente, se stesse.

Il silenzio dell'acciuga

Lorena Spampinato
Nutrimenti
VAI AL LIBRO
Genere:
Narrativa moderna e contemporanea
Listino:
€ 18.00
Collana:
Greenwich
Data Uscita:
22/01/2020
Pagine:
240
Lingua:
Italiano
EAN:
9788865947166