Indietro

Icone. Mito, storie e personaggi del design italiano

Giovanna Mancini

«La storia del made in Italy è un prezioso documentario: prezioso perché tutto ciò che merita la registrazione del segno lasciato nel tempo lo è; documentario, perché fatto, prima di tutto, dalle voci e personalità» scrive Domitilla Dardi, storica del design, curatrice EDIT Napoli, nella prefazione di Icone. Mito, storie e personaggi del design italiano.

Scritto da Giovanna Mancini, Icone inaugura Bellissima, la nuova collana di Luiss University Press dedicata alla cultura d’impresa e diretta da Nicoletta Picchio.

Giornalista del Sole 24 Ore, Mancini si occupa di temi economici legati all’industria italiana, in particolare quella dell’arredo-design. Da attenta conoscitrice del mondo dei consumi, nel tracciare una storia del design italiano ha compreso la necessità di allargare lo sguardo. Non seguire un cammino sincronico, ma abbracciare la pluralità di esperienze: i segni, le voci, le personalità di cui scrive anche Dardi nella prefazione.

Dunque, Mancini non ci racconta una storia, ma tante quante sono state le realtà che hanno segnato un lungo processo creativo durato oltre mezzo secolo. In questi singoli racconti, una parte importante è riservata all’esperienza personale di coloro che si sono trasformati in vere e proprie forze trainanti per il settore. Che hanno saputo rivoluzionare l’estetica,  il costume sociale, la tecnologia e, talvolta, lo stesso sistema economico.

Icone si presenta strutturato in una serie di capitoli monografici dedicati ai suoi protagonisti – Cassina, Molteni&C, B&B Italia, Kartell, Zanotta, Gufram, Alessi, Artemide, Driade, CaimiBrevetti – che diventano emblematici. Attraverso un ricco repertorio di immagini, idee, famiglie, le storie di queste realtà imprenditoriali danno l’opportunità di puntare l’attenzione sulle diverse caratteristiche del design italiano.

Chiude il volume una lunga intervista a Daniel Libeskind, architetto polacco naturalizzato statunitense, importante esponente del decostruttivismo.

«Non è solo una questione di estetica o di funzionalità, né tantomeno di commerciabilità dei prodotti» spiega Libeskind. «Il design per gli italiani è parte dell’idea di bellezza, dell’idea di cultura, è parte di un’idea che comunica identità. È qualcosa che si radica profondamente nella storia italiana, perché molto di quello che l’Italia è oggi, è l’eredità del suo passato».

Icone

Giovanna Mancini
POLA LUISS
VAI AL LIBRO
Genere:
Economia, finanza e management
Listino:
€ 18.00
Collana:
Bellissima
Data Uscita:
07/01/2021
Pagine:
176
Lingua:
Italiano
EAN:
9788861055582