Indietro

Uno specchio lontano

Barbara W. Tuchman

Parliamo un po’ del Trecento. Lo facciamo in compagnia di una grande storica che è al contempo una grande scrittrice, Barbara W. Tuchman, l’autrice di Uno specchio lontano, long seller che ha attraversato i decenni amatissimo dai lettori di tutto il mondo, ora ripreso molto saggiamente da Neri Pozza.

Queste quasi ottocento pagine che si divorano con infinito piacere ci mettono davanti a un quesito: di cosa parliamo quando parliamo del Trecento? Ci riferiamo al secolo in cui la peste nera, portata in Europa dai vascelli dei mercanti e dagli eserciti spazza via un terzo della popolazione? Al secolo della Guerra dei Cent’anni tra Francia e Inghilterra che devastò mezza Europa, consegnandola all’arbitrio delle compagnie di ventura? Al secolo della grande crisi economica e delle prime rivolte di popolo? Al secolo della montante minaccia ottomana? O infine al secolo dei due Papi e delle due sedi pontificali, una a Roma e l’altra ad Avignone?

O invece intendiamo il Trecento di Petrarca e Boccaccio, di Chaucer, della nascita dell’Umanesimo, di Cimabue, di Duccio, di Giotto, di Simone Martini? Del distillarsi di una civiltà raffinata nelle università di Oxford e Parigi, di Padova e Bologna?

Tuchman tiene nel suo sguardo di storica e narratrice tutte le contraddizioni di un’epoca di grandi cambiamenti e di grandi, drammatici conflitti, regalandoci alcune ore di perfetto godimento.

Uno specchio lontano. Un secolo di avventure e di calamità. Il trecento

Barbara W. Tuchman
Neri Pozza
VAI AL LIBRO
Genere:
Medievale
Listino:
€ 23.00
Collana:
I colibrì
Data Uscita:
30/09/2020
Pagine:
800
Lingua:
Italiano
EAN:
9788854521506