Torna alla lista
Manni

«Laborintus» di Edoardo Sanguineti. Testo e commento

Erminio Risso

  • Genere: Critica letteraria
  • Listino: € 18.00
  • Collana: Antifone
  • Data Uscita: 14/10/2020
  • Pagine: 358
  • Lingua: Italiano
  • EAN: 9788836170012

Edoardo Sanguineti è nato a Genova nel dicembre 1930, è scomparso a maggio del 2010. Quest’anno ricorrono dunque i 90 anni della nascita e i 10 della morte. Intellettuale tra i più importanti della seconda metà del Novecento, esponente del Gruppo 63, della Neoavanguardia, traduttore e studioso raffinato, dantista tra i principali, intellettuale militante, personaggio molto amato anche dal grande pubblico, provocatorio (celebre il suo invito all’odio di classe quando era candidato alle primarie delle elezioni amministrative a Genova nel 2006), è stato un riferimento fondamentale per la cultura italiana. Laborintus, del 1956, è la sua opera principale: racconta in 27 sezioni una discesa agli Inferi, in cui si muovono quattro personaggi in continua trasformazione, e in cui domina l’immagine del labirinto, il quale rende conto perfettamente dell’insieme dei percorsi tortuosi di questo poema, nonché della realtà che Sanguineti vuole rappresentare. Sanguineti tiene insieme materiali da molte discipline, utilizza scritture eterogenee, copre molti temi, dalla globalizzazione alla corporeità. È insomma un’opera molto complessa, degna di un’esegesi da Divina commedia. Erminio Risso, uno dei massimi studiosi sanguinetiani, entra nell’officina del poeta, nel suo laboratorio, e per l’edizione del 2006 fece questo lavoro seduto al suo fianco: l’opera è presentata integralmente, ogni sezione è ampiamente introdotta, e poi commentata e annotata.