Indietro

O barra O edizioni a Bookcity 2019

10 novembre 2019

15 novembre 2019
Ore 16:30
MUDEC – Museo delle Culture
Scritti dalla Città Mondo: Tibet: storie celesti a passo di danza

Con Marilia Albanese e Giuliano Boccali. A cura di Asiateatro

I misteri sacri (cham) sono rappresentazioni teatrali recitate dai monaci tibetani nei cortili dei loro monasteri in particolari momenti dell’anno. I tre più importanti misteri furono raccolti da Jacques Bacot (1877-1965), uno dei più autorevoli tibetologi e orientalisti del Novecento, già curatore di “Vita di Milarepa”, in questo volume che oggi viene per la prima volta tradotto in italiano. Un testo prezioso per conoscere la tradizione del Tibet.
A cura di Asiateatro.

Tre misteri tibetani, Jacques Bacot, ObarraO edizioni

________________________________

16 novembre 2019
Ore 10:30
ISPI – Palazzo Clerici
Democrazia e teoria politica confuciana in Asia

Con Alessandra Lavagnino, Giuseppina De Nicola e Corrado Molteni

Un saggio che intreccia il concetto di democrazia occidentale con la teoria politica confuciana e ne studia le applicazioni pratiche nei paesi dell’Estremo Oriente e che rielabora l’idea di familismo di stampo confuciano per teorizzare una nuova forma di meritocrazia politica.

La Democrazia Confuciana nell’Asia Orientale, Sungmoon Kim, O barra O edizioni

________________________________

16 novembre 2019
Ore 14:00
Circolo Filologico Milanese
L’impensato/la prensione dell’atto che sfugge/la mutazione del corpo che pensa

Con Paolo Ferrari, Marco Dotti, Susanna Verri ed Erika Carretta

La contemporaneità e le dinamiche dell’evoluzione della materia fino alle controverse oscillazioni e tensioni della fase attuale, alla scoperta di quella zona dell’essere e dell’esistere che è partecipe e mediatrice del cosiddetto ‘impensato’. Una nuova possibilità di apertura al di là dei muri, delle differenziazioni e delle chiusure, un sentiero lungo il quale il pensiero possa disporsi e attingere a un differente grado di conoscenza che renda possibile una relazione, ricca contemporaneamente d’affetto e di distacco, tra uomini e uomini, uomini e cose, proiettandosi nella complessità di un universo che, nuovo, si ponga di fronte ai temi attuali più ardui. L’esistenza – o l’inesistenza – di una realtà d’altra origine che non si avventuri in fantasie fantascientifiche o ipotesi di robot pensanti o di corpi immortali posti sotto ghiaccio nell’attesa di essere riportati al mondo; ma che si apra a una speciale mancanza, capace di un’attività che rinnova: il mondo s’attenua o addirittura scompare “quale cosa concreta”.

OpusMINUS-0. L’impensata complessità dell’universo in-divenire, Paolo Ferrari, O barra O edizioni

________________________________

17 novembre 2019
Ore 12:00
Civica Scuola Interpreti e Traduttori “Altiero Spinelli” – Fondazione Milano – via Carchidio 2
Cina: Victor Segalen e l’esotismo come estetica del diverso

Con Alessandra Lavagnino, Marco Dotti e Alessandro Giarda

“I francesi non sanno che in Victor Segalen hanno uno dei più intelligenti scrittori del nostro tempo…” (Jorge L. Borges)
Victor Segalen, scrittore, poeta, etnografo e archeologo, per tutta la vita ha riflettuto sul modo di concepire e rappresentare l’Altro, studiando la tradizione letteraria e storiografica della Cina, paese dove soggiorna a lungo partecipando a varie spedizioni archeologiche e individuando il mausoleo di Qui Shin Huang dove verrà scoperto l’esercito di terracotta.

Il Figlio del Cielo. Cronaca dei giorni sovrani, Victor Segalen, O barra O edizioni