Indietro

La Nuova Frontiera al Festivaletteratura 2019

26 agosto 2019

Giovedì 5 settembre

14:30 • Chiesa di Santa Maria della Vittoria • € 6,00
Jane Sautière

DE LA TERRE DES PLEURS UN GRAND VENT S’ÉLEVA

“Infin che l’mar fu sovra noi richiuso”. Ceci est le récit de la présence d’exilés en Europe, dans une grande ville riche d’un pays riche, Paris. Il est possible que ce soit pire ailleurs. Jane Sautière parle à partir de ses propres observations au fil des jours, subjectives. Il s’agit d’un relevé des traces que les réfugiés laissent de leur passage, de leur empreinte, de leur ombre, qu’elle tisse avec des textes qui sont, pour elle, la barque qui les contient encore. Elle dit que c’est sans doute le seul pouvoir de la littérature. L’incontro si terrà in francese senza traduzione. 

Venerdì 6 settembre

19:00 • Conservatorio di musica “Campiani” • € 6,00
Jane Sautière con Elvira Seminara

ABITI

I vestiti assurgono a topoi letterari nei romanzi di Jane Sautière ed Elvira Seminara, che dialogano a distanza in una incredibile comunanza di intenti. Con il memoir Guardaroba, la scrittrice francese con ironia e grande sensibilità cosmopolita mostra come gli abiti ci appartengano e ci definiscano. Con Atlante degli abiti smessi, l’autrice italiana racconta come gli abiti hanno permesso di ricucire il rapporto tra una madre e una figlia. Le due grandi scrittrici sono riuscite a conferire dignità letteraria a ciò che scegliamo di indossare e a riflettere sulla vita e il passato, attraverso i tessuti in cui avvolgiamo il nostro corpo ogni giorno. L’autrice parlerà in francese. Traduzione consecutiva in italiano. 

Sabato 7 settembre

10:00 • Palazzo San Sebastiano • € 6,00
Valeria Luiselli con Michela Murgia

COLLEZIONISTA DI ECHI

Inserita nel 2017 nella lista “Bogotá39” che segnala i trentanove migliori autori latinoamericani sotto i quarant’anni, Valeria Luiselli con il suo nuovo romanzo Archivio dei bambini perduti entra di diritto nel novero delle maggiori voci della letteratura contemporanea. Con uno sguardo insieme spietato e sentimentale, ci racconta il matrimonio dei due protagonisti, una giovane coppia di documentaristi che partono per un lungo viaggio di lavoro da New York all’Arizona con i loro rispettivi figli. Valeria Luiselli riesce a piegare e fare sua la forma narrativa del romanzo per raccontare drammi del presente (la reclusione dei bambini nei centri di detenzione per migranti alla frontiera tra Messico e gli Stati Uniti) e del passato (lo sterminio dei nativi americani). E insieme il complesso groviglio di sentimenti che fanno una famiglia e il rapporto tra genitori e figli. Su come è arrivata a questo romanzo così denso e significativo e sulle possibilità infinite della letteratura, la scrittrice messicana si confronta con Michela Murgia (Chirù, Noi siamo tempesta).

L’autrice parlerà in inglese. Traduzione consecutiva in italiano.

14:30 • Palazzo San Sebastiano • € 6,00
John Freeman e Valeria Luiselli

LA MAPPA DELLE MERAVIGLIE

John Freeman, critico letterario, editor e poeta, nonché ex presidente del National Books Critics Circle ed ex direttore di Granta, quattro anni fa ha fondato la sua rivista, Freeman’s, che dal settembre del 2015 a oggi è diventata un punto di riferimento tra i magazine letterari e ha ospitato contributi di autori come Haruki Murakami, Colum McCann, Herta Müller, Patrick Modiano e Aleksandar Hemon, solo per fare alcuni nomi. Ha contribuito a far conoscere molti nuovi talenti della letteratura e in un caso ha fatto anche di più: Dimmi come va a finire, un libro in quaranta domande di Valeria Luiselli, è nato infatti come short essay commissionato per la rivista, e si è poi sviluppato fino a diventare un libro. Proprio con lei John Freeman parlerà del suo bellissimo lavoro, che lo porta a conoscere e collaborare con i più grandi scrittori contemporanei.

Gli autori parleranno in inglese. Traduzione consecutiva in italiano.