Indietro

DeriveApprodi a Più libri più liberi 2019

1 dicembre 2019

5 dicembre  – ore 18.30 – Sala Marte

La metropoli globale tra nuovi modelli produttivi e crisi della cittadinanza

Presentazione del libro di Luca AlteriAlessandro Barile e Luca Raffini

Intervengono gli autori, Paolo Berdini Enzo Scandurra

A cura di DeriveApprodi in collaborazione con Istituto di Studi Politici “S. Pio V”


Di fronte alla crisi dello Stato-nazione assistiamo a un nuovo “protagonismo” delle metropoli. Se la città, intesa nella sua forma architettonica e funzionale, si rafforza producendo una società sempre più urbanizzata, è il suo senso politico, socio-economico e culturale a stravolgersi, lasciando in dote un mutamento difficile da definire. Gli autori del volume Alessandro Barile, Luca Raffini e Luca Alteri, studiosi di sociologia urbana, ne discutono con Paolo Berdini (ex assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici del Comune di Roma) ed Enzo Scandurra (professore ordinario di urbanistica presso l’università Sapienza di Roma).

CULTURALE

7 dicembre – ore 16.30 – Sala Giove

Europa e debito pubblico

Storia del debito sovrano e possibili percorsi per una nuova democrazia europea

Presentazione dei libri Il Sistema. Storia del debito sovrano e del suo ripudio di Éric Toussaint e

Europa alla Deriva di Marco Bersani

Intervengono Marco Bersani, Vittorio Lovera ed Éric Toussaint in collegamento

Modera Monica Di Sisto

A cura di bordeaux edizioni e DeriveApprodi


Dall’America latina alla Cina, fino all’Europa il debito è sempre stato usato come arma di domi­nio e spoliazione. Ma è possibile sottrarsi alla trappola del debito senza rinchiudersi nei confini nazionali? Analizzando la storia, il significato e la tragica attualità della dottrina dell’“odioso debito”, gli autori Marco Bersani e Éric Toussaint indicano le tracce di un percorso capace di riaprire l’orizzonte di una via d’uscita: costruire una nuova casa europea basata sull’uguaglianza, sulla riappropriazione dei beni comuni e della ricchezza sociale prodotta, sulla riconversione ecologica della produzione e sulla democrazia partecipativa.

CULTURALE