Indietro

Aboca al Festivaletteratura 2019

26 agosto 2019

Sabato 7 settembre

Ore 10:00 • liceo “Isabella d’Este” • ingresso giornaliero € 2,00
GRUPPO DI LETTURA

Quando le medicine non funzionano di Sally C. Davies
a cura di ExTemporanea

Mrs Xu viene internata in ospedale dopo aver contratto un mal di gola alla festa di compleanno del figlio. Non sa se uscirà e vedrà ancora la sua famiglia. Mrs Xu non è un personaggio di fantascienza: potremmo essere tutti noi tra trent’anni, quando non ci saranno più antibiotici efficaci neanche contro le infezioni più comuni. La resistenza antibiotica sta diventando un problema sempre più grave, anche nei nostri ospedali. Ma non è ancora troppo tardi. Sally C. Davies, già Chief Medical Officer nel Regno Unito, delinea nel suo libro alcune strategie da mettere in atto fin da subito, nella ricerca e nella pratica quotidiana, per affrontare il problema.

16:00 • Aula Magna dell’Università • € 6,00

Sally C. Davies con Angelo Pan
VERSO LA FINE DELLE MEDICINE?

Quando la massima autorità medica d’Inghilterra avverte che le medicine non funzionano più, è il momento di drizzare le orecchie. Cos’è cambiato dalla scoperta della penicillina, che aveva rivoluzionato la medicina nel XX secolo? I risultati dell’indagine di Sally C. Davies – prima donna nel ruolo di Chief Medical Officer e autrice di Quando le medicine non funzionano – parlano chiaro: i microbi con- trattaccano, resistono ai farmaci con cui vorremmo neutralizzarli in maniera tanto più vigorosa quanto più irresponsabilmente abusiamo delle medicine. Si tratta già di una vera e propria minaccia globale, al pari del cambiamento climatico, che ha effetti sulla vita quotidiana di chi sfortunatamente contrae le infezioni multiresistenti, spesso proprio all’interno delle strutture ospedaliere. Dialoga con lei Angelo Pan, direttore del dipartimento di malattie infettive presso l’A.S.S.T di Cremona. L’autrice parlerà in inglese. Traduzione consecutiva in italiano.

Domenica 8 settembre

Ore 17:10 • Teatro Bibiena • ingresso giornaliero € 6,00
Fritjof Capra con Tiziano Fratus

BOTANICA LEONARDESCA

“E benché questo non serva alla pittura, pure io lo scriverò per non lasciare men cose indietro delli alberi”. Così affermava Leonardo da Vinci nel Trattato della pittura, parlando della raffigurazione delle piante nei dipinti. Anticipando di secoli scoperte di scienziati venuti dopo di lui, il geniale artista rinascimentale già trattava nella sua opera osservazioni botaniche relative a infiorescenze, dendrocronologia e fillotassi. Proprio dalle sue intuizioni sui processi del mondo vegetale ha preso spunto il saggista austriaco Fritjof Capra (Il tao della fisica), che ha analizzato tali studi in Leonardo e la botanica e Discorso sulle erbe, scritto quest’ultimo insieme allo scienziato Stefano Mancuso, tra i curatori, con Capra, della mostra La botanica di Leonardo. Per una nuova scienza tra Arte e Natura, che si terrà a Firenze tra settembre e dicembre prossimi e sarà un “punto di osservazione privilegiato per aprirsi a un discorso contemporaneo sull’evoluzione scientifica e la sostenibilità ecologica”. Lo incontra Tiziano Fratus.

L’incontro si terrà in italiano.