Torna alla lista
Avagliano

Vissi d'arte

Luigi Mazzella

  • Genere: Narrativa moderna e contemporanea
  • Listino: € 19.00
  • Collana: I tornesi
  • Data Uscita: 03/10/2018
  • Pagine: 267
  • Lingua: Italiano
  • EAN: 9788883093487

Silvie Dantan è il nome d’arte di un’attrice di prosa, di cinema e di televisione. Orfana di entrambi i genitori, cresce con la nonna materna, Adele Timpacci, insegnante di latino e greco al Liceo classico Mamiani di Roma e donna colta, dotata di particolare sensibilità e apertura mentale. La giovane protagonista crescerà quindi libera da condizionamenti religiosi o ideologici e aperta a tutte le esperienze della vita. Ben presto scopre la sua bisessualità. L’amore fisico, che lei vive liberamente e con grande intensità, diventa così il cardine e allo stesso tempo il tormento della sua condizione esistenziale. Silvie, infatti, non avrà la fortuna di Floria Tosca, l’eroina di Puccini. Riuscirà a vivere d’arte, di cultura, ma non a vivere d’amore, almeno non come lei l’intende, comunione di anima e di corpo. L’incontro pieno delle pulsioni erotiche e dei sentimenti le è impedito dal fatto che la sua amica del cuore, Stefania Avvedutelli, pur rappresentando, sul piano intellettuale, la sua anima gemella, è una donna emotivamente bloccata e sessualmente paralizzata dall’educazione sessuofobica ricevuta nell’infanzia e nell’adolescenza. Il che aprirà la via al fallimento esistenziale. Con la storia di Silvie, attrice nel terzo millennio, Luigi Mazzella tenta di dare un quadro esauriente delle difficoltà che incontrano i giovani che oggi vogliono vivere la vita nella pienezza delle emozioni.