Torna alla lista
Vita e pensiero

L'Italia di tutti. Per una nuova politica dei beni comuni

Johnny Dotti, Andrea Rapaccini

  • Genere: Economia, finanza e management
  • Listino: € 14.00
  • Collana: Le nuove bussole
  • Data Uscita: 10/04/2019
  • Pagine: 150
  • Lingua: Italiano
  • EAN: 9788834332993

Da diversi anni l'economia italiana è chiusa in un angolo: da un lato si deve intervenire su uno Stato indebitato ed inefficiente che continua a bruciare risorse, e dall'altro far fronte alla sperequazione economica che mette a rischio la sicurezza sociale dei cittadini. Le sirene neo-liberiste danno per scontato che la soluzione sia ristrutturare lo Stato attraverso nuove ondate di privatizzazioni. In altre parole, si intende sostituire l'idrovora pubblica che da anni distrugge la nostra ricchezza e calpesta i nostri diritti con l'idrovora privata del libero mercato. Ma dopo il crollo di Wall Street del 2008, crediamo ancora che favorire il controllo di investitori privati su beni e servizi di interesse collettivo possa contribuire a creare una società più equa, con una migliore distribuzione della ricchezza? Non c'è il rischio che ad un sistema pubblico obsoleto possa sostituirsi un sistema speculativo privato nell'estrarre ricchezza e diritti al popolo italiano? In questo momento difficile per il nostro Paese, tra l'inefficienza pubblica e la privatizzazione spinta esiste una strada alternativa che passa attraverso una nuova politica, quella di una nuova gestione dei beni comuni e tutela dei diritti universali. Dotti e Rapaccini con questo libro mettono a punto un vero e proprio prontuario per chi, soprattutto a livello politico, vuole percorrere questa terza via, passando attraverso quell'importante snodo di nuove relazioni economiche, sociali e politiche che sono i beni comuni: acqua, ambiente, energia, trasporti locali, beni culturali, istruzione, salute, rifiuti, ac