Indietro

La classifica USA dei librai indipendenti

1 gennaio 2019
bestsellers-librerie-indipendenti-usa-2018

Primo posto di fiction e non fiction ad autori pubblicati da editori PDE. Più un nono e un quarto. Doppietta di Neri Pozza.

Buone notizie per gli editori PDE dagli Stati Uniti. Nei giorni scorsi, infatti, è stata pubblicata l’usuale classifica dei libri più venduti nelle librerie indipendenti americane nel corso del 2018. A testimonianza dell’ottimo fiuto e dell’autorevolezza acquisita sul mercato dei diritti, sia il primo in classifica per la narrativa che il primo in classifica per la non fiction sono pubblicati in Italia da editori promossi da PDE.

Un gentiluomo a Mosca, il bel romanzo di Amor Towles uscito l’anno scorso da Neri Pozza e appena passato nel catalogo di BEAT (in America lo pubblica Viking), ambientato nella Russia postrivoluzionaria, tra Cremlino e Hotel Metropol, bolscevichi su di giri e aristocratici blasé, sgomina la concorrenza nella fiction.

Non contenta, Neri Pozza può vantare anche il nono classificato, con Un matrimonio americano, romanzo rivelazione dell’afroamericana Tayari Jones (Algonquin Press).

È in compenso Solferino la casa italiana del primo classificato nella non fiction di oltreoceano con Paura, il voluminoso ritratto al vetriolo della presidenza Trump firmato da Bob Woodward, forse il più famoso giornalista americano, colui che fece esplodere il caso Watergate e che vorrebbe volentieri fare il bis con Donald Trump. Oltreoceano lo ha pubblicato Simon & Schuster. Poco sotto, al quarto posto troviamo Neil DeGrasse Tyson, che con Astrofisica per chi va di fretta, replica in libreria il successo multimediale della sua trasmissione Cosmos. In America è uscito da Norton, in Italia lo pubblica Raffaello Cortina Editore.

In attesa di scoprire le novità del 2019, un ottimo addio all’anno appena chiuso e ottime letture per questi primi giorni dell’anno.