Indietro

«Carissime libraie e carissimi librai»: il messaggio video di Samantha Cristoforetti

1 ottobre 2018
Samantha Cristoforetti, Diario di un’apprendista astronauta

Samantha Cristoforetti ringrazia libraie e librai in occasione dell’uscita del suo memoir Diario di un’apprendista astronauta (La nave di Teseo), in libreria dal 4 ottobre

«Quando i motori del razzo si sono accesi, si è realizzato il grande sogno della mia vita». Samantha Cristoforetti, astronauta dell’European Space Agency (ESA), racconta questo sogno nel suo memoir Diario di un’apprendista astronauta, pubblicato da La Nave di Teseo.

Nata a Milano nel 1977 e cresciuta a Malé (TN), Samantha Cristoforetti, nota anche come Astrosamantha, si è laureata in Ingegneria meccanica con indirizzo aerospaziale all’Università Tecnica di Monaco di Baviera, dopo aver studiato a Tolosa e Mosca. Ha frequentato l’Accademia Aeronautica, laureandosi in Scienze aeronautiche, e ottenuto il Brevetto di Pilota Militare negli Stati Uniti.

Diventata ufficiale dell’Aeronautica Militare con il grado di Capitano, nel 2009 è entrata a far parte del Corpo Astronauti dell’ESA. Nel 2012 è stata assegnata alla ISS Expedition 42/43 Futura, missione che ha preso il via il 23 novembre 2014, con il lancio del veicolo spaziale Sojuz, che l’ha portata sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Qui, per quasi sette mesi, Cristoforetti è stata in orbita attorno alla Terra, diventando la prima astronauta donna italiana ad andare nello Spazio e condividendo la sua esperienza attraverso il proprio Diario di bordo e il profilo Twitter @Astrosamantha.

È questa la storia che ripercorre in queste pagine. Quella di una vita di studio, di incontri, di gioie e delusioni. Soprattutto, di dedizione assoluta verso quel sogno – che hanno in molti, da bambini – di andare tra le stelle.

«È stato un lungo viaggio, difficile e a volte tormentato, il risultato di tre anni di lavoro intenso» dice dell’esperienza di trasformare in parole la sua avventura eccezionale. Nel video qui sotto, potete sentire direttamente le parole di Samantha Cristoforetti e il suo speciale ringraziamento alle libraie e ai librai, a cui affida il suo Diario di un’apprendista astronauta.